Cisti Ossea

Definizione: La cisti ossea solitaria pluriconcamerata è una cavità a contenuto liquido che si origina al di sotto della cartilagine di coniugazione nelle metafisi delle ossa in accrescimento.
Epidemiologia: 1. Incidenza:
E' piuttosto frequente ed è la terza lesione benigna dell'osso in ordine di frequenza (dopo il fibroma non ossificante e l'esostosi).

2. Sesso:
M > F

3. Età:
5 - 15
Presentazione clinica: La lesione di solito viene casualmente scoperta durante esami radiografici eseguiti per altri motivi.
Localizzazioni: Metafisi delle ossa in accrescimento al di sotto della cartilagine di coniugazione. Con lo sviluppo scheletrico e l'apposizione di nuovo osso dalla fisi la cisti si sposta verso la diafisi. Le sedi più coinvolte sono l'omero ed il femore prossimale, ma raramente può verificarsi anche nelle ossa brevi o nel calcagno.
La lesione compare nell'infanzia (3-5 anni) a contatto della cartilagine di coniugazione sul lato metafisario e lentamente aumenta di volume consensualmente alla crescita dell'osso. Durante l'adolescenza (11-13 anni) la lesione diventa progressivamente inattiva e, man mano che dalla cartilagine di coniugazione si appone nuovo osso verso la metafisi, la cisti si sposta verso la diafisi. Con la maturazione scheletrica la cisti lentamente si ossifica al suo interno raggiungendo la guarigione spontanea dopo i 21 anni.

Distribuzione per età, sesso e sede delle cisti ossee

Distribuzione per età, sesso e sede delle cisti ossee
(per gentile concessione del Centro Tumori dell'Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna)

Sintomi: La cisti ossea è asintomatica e non provoca dolore. Spesso (30-40% dei casi) compare una frattura patologica che suscita dolore e che induce ad eseguire una radiografia. La frattura patologica ha un ruolo positivo nella storia naturale delle cisti ossee: infatti il trattamento delle fratture è incruento e la frattura accelera la spontanea ossificazione della cisti.
Istogenesi e patogenesi: L'eziologia è sconosciuta. Le tesi legate ad un impianto di tessuto sinoviale durante la vita embrionale o di una relazione con un alterato ritorno del circolo venoso non sono mai state dimostrate.
Diagnosi:
Nei bambini le cisti attive appaiono come lesioni osteolitiche con margine netto situate a stretto contatto con la cartilagine fertile. La lesione è circondata da un sottile strato di osso simile ad un guscio d'uovo; all'interno della cavità vi sono numerosi setti che rendono la cisti pluriconcamerata.

Cisti ossea dell’omero prossimale

Cisti ossea dell’omero prossimale.


Guarigione dopo 3 anni e 2 infiltrazioni con Cortisone

Guarigione dopo 3 anni e 2 infiltrazioni con Cortisone. La cisti con la crescita è migrata verso la diafisi.

Trattamento:
Chirurgia:
La lesione guarisce spontaneamente e non necessita trattamento chirurgico o biopsia; le fratture patologiche guariscono dopo riduzione e immobilizzazione per qualche settimana. Il solo trattamento è il controllo radiografico evolutivo.
Le cisti di grandi dimensioni o che hanno provocato ripetute fratture patologiche possono essere trattate empiricamente con infiltrazioni di cortisone.

Posizionamento sotto scopia delle ago-cannule per l’infiltrazione con cortisone

Posizionamento sotto scopia delle ago-cannule per l’infiltrazione con cortisone.


In rari casi la chirurgia può essere necessaria per trattare le presentazioni inusuali o per correggere le deformità che possono essere derivate da ripetute fratture patologiche.  Il trattamento va comunque ritardato fino all’adolescenza (fase di cisti inattiva) dato che le cisti attive dell’infanzia hanno una tendenza a recidivare di oltre il 50% anche dopo curettage e borraggio con innesti ossei.
Prognosi:
Sempre buona con guarigione spontanea dopo la fine dell'accrescimento scheletrico.
   
 Autore Dott. F. Gherlinzoni
Associazione Paola - Per i tumori muscolo - scheletrici Onlus - CF: 94109220304 - Udine
Beneficial Project Web Industry © Copyright 2019
X Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto